Costruire una rete di vendita: tre modi per farlo (sfruttando il digitale)

Poter fare affidamento su una buona rete di vendita è di fondamentale importanza per molti business, soprattutto se appena nati, da poco approdati in un mercato straniero o se operano in un settore altamente competitivo. Una delle prime task a cui dovrebbe dedicarsi un imprenditore è, così, cercare venditori professioni per la propria azienda: la buona notizia è che oggi è più facile di un tempo portare a termine il compito, anche grazie a una serie di strumenti digitali a disposizione delle aziende. Ecco, insomma, come trovare agenti di commercio più velocemente.

Tre modi per trovare agenti di commercio per la propria azienda velocemente e con buoni risultati

Sfruttando social professionali come LinkedIn. Queste piattaforme hanno spazi dedicati a vacancy e offerte di lavoro e assicurano agli annunci una visibilità di certo maggiore rispetto a quella che avrebbero se pubblicati solo sul proprio sito aziendale, per esempio. Il pubblico di LinkedIn è, poi, un pubblico selezionato di individui in età da lavoro – e in molti casi letteralmente in cerca di lavoro – e tra cui è più semplice raggiungere target verticali: vuol dire, semplificando molto, che è probabile che tra chi già segue la pagina LinkedIn della propria azienda specializzata in export di specialità gastronomiche ci siano agenti di commercio con esperienza o che desiderano lavorare con l’estero, interessati alla possibilità di entrare a far parte del proprio team e da cui partire a costruire la propria rete di vendita.

Se il social recruiting – e, cioè, letteralmente il cercare candidati idonei alle proprie vacancy anche sui social – è realtà oggi per molte aziende, non si può non considerare comunque che una parte consistente delle assunzioni avvengono per passaparola: è il caso di un agente di vendita che già collabori con la propria azienda che venga a sapere di nuove opportunità di lavoro e le segnali a colleghi potenzialmente interessati. Per costruire una rete di vendita e farlo nel minor tempo possibile e con buoni risultati può essere d’aiuto, cioè, coinvolgere nel processo di selezione anche i propri venditori, se già ci sono, o manager e altre figure apicali, potendo contare in questo modo su cerchie lavorative ampie ma selezionate. L’errore da evitare a ogni costo è tenere fuori dalla costruzione o dall’ampliamento della propria rete di vendita il reparto commerciale che è quello che, nei fatti, lavorerà quotidianamente più a stretto contatto con i venditori.

Le realtà più piccole con poca esperienza e poche risorse da dedicare alla selezione del personale, tanto quanto le aziende grandi e in cui è una necessità esternalizzare alcuni processi potrebbero avere numerosi vantaggi, infine, dallo sfruttare portali per la selezione di agenti di commercio come Agentscout. Hanno database ampi, sempre aggiornati e di profili verificati di professionisti del settore che le aziende possono navigare in maniera selettiva e, cioè, impostando filtri come anni di esperienza per settori specifici, numero di lingue parlate dall’agente di commercio, altre skill tecniche. Non solo in questo modo i “match” sono più veloci, ma si può essere seguiti in tutti il percorso di selezione – dal primo contatto con i candidati ai colloqui conoscitivi – da esperti di HR per dei risultati assicurati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.